La mano Bionica tutta italiana

aLa tecnologia pu√≤ compiere miracoli. E per fortuna qualche volta li compie non solo per vendere l'ultimo modello di cellulare o il televisore ultrasottile, ma anche per migliorare realmente e radicalmente la vita di un essere umano. E se questa innovazione √® anche tutta italiana la cosa non pu√≤ che essere ancora pi√Ļ piacevole: messa a punto dalla Scuola Superiore di Sant'Anna, impiantata su un giovane italo-brasiliano, nell'universit√† Campus Biomedico di Roma. E la notizia ancora pi√Ļ positiva √® che funziona. Il soggetto, cio√®, riesce a controllare l'arto con il cervello. formata da¬†cinque dita indipendenti, riesce a dialogare con il cervello grazie a quattro elettrodi impiantati nel polso e nell'avambraccio. Il progetto finanaziato con fondi europei si chiama "LifeHand" e permette l'impianto di interfacce neurali su soggetti a cui √® stato amputato un braccio. Grazie a questo progetto l'individuo √® risultato in grado di controllare il movimento e di ricevere stimoli sensoriali. La tecnologia, realizzata dalla azienda tedesca Ibmt consiste in due minuscoli filamenti composti entrambi da otto canali che permettono il passaggio dei segnali fra cervello e mano. Il soggetto √® stato in grado di controllare la mano eseguendo moviemnti come: chiudere il pugno, serrare le dita come una pinza e muovere il mignolo. I problemi da risolvere sono ancora tanti ma sicuramente si √® aperta una nuova importante strada. A tal punto che si prevede il ripetersi di altri esperimenti su altri pazienti.

Fonte: Corriere.it

Tags :