MWC 2010: l’era della telefonia mobile è decisamente iniziata, parola di Google e di Eric Schmidt


Ieri pomeriggio, a tenere banco sul palco del MWC di Barcellona è stato il keynote di Eric Schmidt, Ceo di Google, secondo il quale si può dichiarare definitivamente aperta l'era della telefonia mobile. Il segno più evidente è che i migliori sviluppatori optano sempre di più per la realizzazione di applicazioni per dispositivi mobili tralasciando i PC.

Google, dal canto suo, con la sua piattaforma mobile open source Android, è orgogliosamente parte di questa industria in continuo movimento e crescita. Schmit ha parlato proprio di orgoglio ("proud"), magia e convergenza.

Grazie alle nuove tecnologie e ai progressi fatti, funzioni come il voice recognition (riconoscimento vocale) e la ricerca vocale (voice research), che non hanno mai preso molto piede a causa della poca potenza dei dispositivi, sono ormai pronti per diventare feature di uso comune, funzionali ed efficienti.

Schmidt ha poi offerto al pubblico una demo di Flash su Android, perché Google non si accontenta certo di Flas Lite: vuole che i suoi utenti di dispositivi mobili possano godersi l’esperienza di Flash 10.1 nella sua completezza “per vedere il sito del New York Times così com’è”. Last but not least, come si dice, il CEO di Google ha parlato di Google Earth e del suo ruolo anche nella campagna per gli aiuti alle vittime del terremoto di Haiti, non senza ricordare che l’azienda di Mountain View ha investito grossi capitali nel WiMAx 4G di Clearwire al fine di realizzare reti ad alta velocità.
Segui le ultime news dal MWC 2010 su Blog Eventi.

[foto tratta da Cnet]

Tags :