Microsoft raggiunge un accordo con la maggiore associazione gay degli USA per la policy di Xbox Live


Un cambiamento nel codice di comportamento di Xbox Live è stato introdotto lo scorso week end. Adesso è consentito esprimere il proprio orientamento sessuale su Xbox Live e Gamertag.
La policy stabilisce:
"E' possibile utilizzare i seguenti termini per esprimere l'orientamento nelle relazioni nel proprio profilo o Gamertag: lesbica, gay, bi, transessuale, eterosessuale. Altri termini riguardo l'orientamento nelle relazioni non sono consentiti. In pi√Ļ, non √® possibile usare questi termini o altri che riguardino l'orientamento nelle relazioni per insultare, perseguitare o per altri usi dispregiativi verso altri utenti".

Lo scorso aprile, Microsoft aveva incontrato ufficialmente la “Gay & Lesbian Alliance Against Defamation” (Glaad) per discutere il modo in cui Microsoft stava bannando i giocatori che usavano alcune parole (adesso ammesse) per descrivere il proprio orientamento sessuale. Particolare scalpore dest√≤ il caso di una giocatrice bannata per essersi definita “lesbica”.

Venerd√¨ scorso, Stephen Toulouse, responsabile della policy di Xbox Live ha scritto su Twitter che era “orgoglioso di annunciare” il cambiamento a livello globale realizzato, con uno “speciale ringraziamento a Glaad e alla comunit√† lgbt (lesbica, gay, bisessuale, transessuale, ndr) di Microsoft per la guida nella scelta dei termini”.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :