Il laser compie 50 anni e popola ancora i nostri sogni di futuro


Il 22 marzo del 1960, quando tutti avevano tre nomi, Arthur Leonard Schawlow e Charles Hard Townes ottenevano il primo brevetto per il laser. Quell'evento segnò l'inizio di una lunga e controversa disputa sul brevetto con il fisico Gordon Gould che sosteneva di essere stato lui il primo inventore del laser. Ma di questo ci interessa poco. Quello che importa è il laser e come ha cambiato la storia della tecnologia.
Il laser ha sostituito l'ago come principale strumento di lettura di supporti circolari, trovando la sua casa ideale nei nostri lettori CD prima, DVD poi e Blu-ray adesso. Hanno trovato applicazione nei puntatori che tutti ci siamo divertiti ad usare per terrorizzare i vicini o fare impazzire il gatto, oltre che per rendere pi√Ļ efficaci le nostre presentazioni.

Ma i laser sono ormai essenziali in una vastissima gamma e varietà di campi e ci sono centinaia di scienziati, soldati e specialisti che dipendono dal loro uso ogni giorno.

E nonostante l’uso quotidiano dei laser, c’√® ancora qualcosa di innegabilmente futuristico in loro. Come dimostrato dal loro ruolo dominante in una cos√¨ vasta serie di fiction fantascientifiche, tutti siamo sempre stati certi del fatto che, a prescindere da cosa il futuro ci avrebbe riservato, il laser ne avrebbe fatto parte. E anche adesso che ha 50 anni suonati, il laser continua ad essere testato in nuove ed eccitanti applicazioni quotidianamente.

Quindi, anche se con un giorno di ritardo, cantiamo tutti insieme: tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri caro laser, tanti auguri a teeeeeee!

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :