A 11.000 metri sotto l’Oceano per girare il sequel di Avatar


Il regista James Cameron sta costruendo un sottomarino che possa immergersi fino a 11.000 metri sotto la superficie dell'oceano. Se dovesse riuscire nell'impresa, potrebbe vincere l'X Prize da 10 milioni di dollari e girare, contemporaneamente, uno spezzone del sequel di Avatar.
Il Daily Mail, che per primo ha riportato la notizia, scrive che il sottomarino dovrebbe essere realizzato con materiale composito e alimentato da motori elettrici. Dovrà resistere all'enorme pressione presente a quella profondità, dove Cameron spera di girare video in 3D da inserire nel seguito di Avatar.

Il sottomarino sar√† progettato per esplorare la Challenger Deep, una depressione profonda 10.971 metri nella parte finale a sud della Fossa delle Marianne. E’ il punto pi√Ļ profondo conosciuto dei fondali oceanici ed √® stato esplorato solo tre volte, ma dal primo audace tentativo all’interno del Trieste nel 1960, nessuno ha pi√Ļ cercato di compere una discesa con uomini a bordo.

Alla fine di quest’anno, l’X Prize Foundation dovrebbe annunciare formalmente il premio da 10 milioni di dollari per commemorare il cinquantesimo anniversario dell’immersione del Trieste. Il premio andr√† al primo sottomarino, di fabbricazione privata, che riuscir√† a compiere due discese di seguito con uomini a bordo. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :