Foxconn alza gli stipendi agli operai, ma a spese nostre


Foxconn, l'azienda che produce gadget per i maggiori brand di elettronica di consumo comprese Apple e Microsoft, stava prendendo in considerazione l'idea di alzare i prezzi delle sue produzioni per compensare il costo degli aumenti di stipendio promessi ai suoi lavoratori per garantire una paga semi-decente e, forse, limitare l'ondata di suicidi. A quanto pare questo sta avvenendo davvero nonostante gadget come l'iPhone hanno incrementato le vendite del 30%.
Foxconn non vorrebbe pagare ai suoi operai, alcuni dei quali scelgono di suicidarsi a causa delle pessime condizioni di lavoro, una paga decente senza ottenere qualcosa per se stessa. La soluzione? Passare il costo dell'aumento dei salari ai suoi clienti e quindi, indirettamente, ai clienti dei clienti, ovvero noi.

E state sicuri che nessuno degli operai cinesi darà una svolta alla qualità della propria vita, mentre noi continueremo a spendere cifre esorbitanti per i nostri gadget e chi sta tra noi e gli operai continuerà a trarne i maggiori benefici. Qualcosa, in questo meccanismo, non funziona. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :