Abbiamo il 20 per cento di spam in meno grazie alla Russia


Ufficialmente c'è il 20% meno di email che propongono l'allungamento del pene o viagra e cialis ad invadere le nostre caselle di posta. Il merito è della Russia. Come ha fatto? Le autorità russe hanno preso un severo provvedimento nei confronti di Igor A. Gusev "sospettato di essere la fonte dello spam". La polizia moscovita ha dichiarato che Mr. Gusev, 31 anni, era una figura centrale nelle operazioni di SpamIt.com, che pagava gli spammers per promuovere online medicine, a volte anche in modo abbastanza volgare. SpamIt.com ha immediatamente cessato di operare il 27 settembre scorso. Con meno incentivi finanziari a mandare la loro posta-spazzatura, gli spammers hanno ridotto la loro attività di circa 50 miliardi di messaggi al giorno.

Gusev e SpamIt.com hanno operato entrambi apertamente a Mosca per molti anni finché la Russia ha deciso di metterci un punto. Sicuramente, il problema dello spam non può considerarsi risolto e ci sono ancora 200 miliardi di mail indesiderate che girano ogni giorno. Ma averle ridotte di un quinto è un ottimo inizio. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :