Google perde la class action per la privacy su Buzz, ma gli utenti non avranno alcun risarcimento

Congratulazioni a tutti gli utenti Gmail per aver vinto la class action contro Google. Dovreste essere orgogliosi di voi stessi per aver costretto Big G a pagare per aver messo in pericolo la vostra privacy con le assurde impostazioni di Buzz. Il risarcimento? Una pacca sulla spalla.
Ecco perché nessun risarcimento economico sarà versato agli utenti Gmail.
Per prima cosa Google ha acconsentito ad apportare cambiamenti dentro Buzz che chiariscano le opzioni degli utenti e il modo in cui funziona il servizio, compresi cambiamenti a proposito delle informazioni e del controllo che gli utenti hanno dei propri dati personali.
La seconda cosa √® che Google far√† di pi√Ļ per educare i propri utenti riguardo alla privacy su Buzz e presenter√† un report periodico sulle azioni intraprese.
Infine, Big G verser√† un totale di 8.500.000 dollari in un conto fruttifero. Questi soldi, pi√Ļ gli interessi, costituiranno un Fondo Comune. In sostanza, siccome sono troppi gli utenti coinvolti nella vicenda e siccome, in realt√†, pochi di loro hanno subito un danno quantificabile a causa della policy di Buzz, i soldi che Google √® stata condannata a pagare finiranno a finanziare associazioni e organizzazioni che si occupano della tutela della privacy su internet. Negli States, naturalmente. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :