I problemi di iOS 4 con iPhone 3G in tribunale: Apple conceda un downgrade facile


Biana Wofford accusa Apple di usare l'aggiornamento a iOS4 per danneggiare volontariamente l'iPhone 3G aumentando così le vendite dell'iPhone 4. Non sappiamo se questo sia vero, fatto sta che la causa in corso ha stabilito una cosa importante: Apple dovrebbe permettere un downgrade facile.
La causa nata da una class action, presentata alla Corte Suprema della California di San Diego, riporta quello che segue come uno dei punti cruciali: "Anche se Apple è a conoscenza di migliaia di lamentele da parte di consumatori di iPhone 3G/3GS, Apple non permette a questi stessi utenti/consumatori di dispositivi di terza generazione di scaricare e reinstallare il precedente sistema operativo iOS 3.x ottimizzato senza dover ricorrere a tecniche da 'hacker' che annullano la garanzia di Apple e violano l'accordo d'uso dell'iPhone".

E questo è vero. Si tratta di qualcosa che gli utenti si aspetterebbero. Il downgrade è qualcosa che si può fare facilmente sia su Mac che su Pc, è una specie di must nel caso qualcosa vada storto con il nuovo OS.

Con iOS, invece, √® tecnicamente impossibile, come dimostrato da tecniche manuali che riportano l’iPhone 3G alla versione precedente di iOS. Anche se il software della baseband, che controlla le comunicazioni del telefono con la rete cellulare – non pu√≤ subire un downgrade, non ci sono problemi tecnici nell’effettuare un downgrade al sistema operativo di per s√©.

Quindi perch√© Apple non permette agli utenti di farlo con semplicit√†? Per fare in modo che il maggior numero possibile di utenti abbia l’ultima versione del sistema operativo, probabilmente, e concentrare le energie solo su quello. Certo questo semplifica la vita a Cupertino e agli sviluppatori e permette di spendere meno soldi in sviluppo e mantenimento.

Ma per gli utenti non √® cos√¨. Se un utente pensa che una nuova versione del sistema operativo non ha le performance e le caratteristiche che si aspettava di trovare, deve poter tornare indietro alla versione precedente. Senza alchimie e riti voodoo, ma magari semplicemente premendo un pulsante. Proprio come accade per l’upgrade.

L’argomento principale della causa, che sostiene che Apple abbia rilasciato una versione di iOS 4 in malafede per danneggiare le performance dei dispositivi 3G per dare impulso alle vendite di iPhone 4, forse non centra il bersaglio. Sembra assurdo che un’azienda, che sia Apple o qualunque altra, architetti una strategia del genere. Specialmente Apple che fatica a far fronte alla richiesta di dispositivi di quarta generazione. Anche se, √® vero che dal punto di vista del marketing, in cui Apple √® campione assoluto, dire “abbiamo tante di quelle richieste che non riusciamo neanche a soddisfarle” d√† un’immagine di successo assoluto.

D’altro canto, i problemi di funzionamento di iOS 4 su iPhone 3G non sono certo una fantasia: forse non sono stati fatti i test sufficienti, o forse c’√® solo poco rispetto per gli utenti dei vecchi dispositivi. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :