Facebook lancia Messages: ogni email, testo e chat in un solo posto


Facebook Messages è arrivato, come annunciato e previsto. Quali sono le differenze con la posta classica? Incorpora email, messaggi di Facebook, SMS, altri client di chat. Invece di alcune chat qui, altri messaggi là, ogni volta che parlerete con qualcuno, questi diventerà parte di un flusso di informazioni. E mentre potete raccogliere tutti dentro un account email @facebook.com, non è obbligatorio farlo.
Potete redirigere i vostri messaggi di Gmail sull'account Facebook, per esempio. E sì, è in arrivo a breve anche un aggiornamento per l'applicazione per iPhone che includa Facebook Messages.
Una notevole differenza con la posta classica è l'assenza dei campi "oggetto", "CC" e "CCN". Potete mandare un messaggio solo cliccando sul tasto "Invio". Vi sembrerà come una chat.
Ci sarà anche una soluzione a thread che registra ogni tipo di contatto che avete avuto con una certa persona in un certo posto. E' un modo per mantenere la storia di una conversazione.

Facebook introdurr√† anche la Social Inbox, che classifica i vostri messaggi personali, individuando come prioritari quelli che arrivano dai vostri amici e lasciando da parte le persone con cui non avete molti rapporti. E’ la funzione che fa la differenza: di default, vedrete solo i messaggi che arrivano dai vostri amici (e dagli amici degli amici). In una cartella separata finir√† la posta in arrivo da chi non √® dentro Facebook. Naturalmente potete spostare i messaggi (e quindi i contatti) da una cartella all’altra. E potete anche scegliere di respingere automaticamente qualsiasi mail non arrivi da un amico.

Se siete dei fan della Posta Prioritaria di Gmail, sappiate che anche quella di Facebook pu√≤ filtrare i messaggi allo stesso modo. E’ il vantaggio del “diagramma sociale” cui Facebook pu√≤ accedere.
Zuckerberg insiste che non si tratta di un tentativo di far fuori Gmail, e forse, in questa fase, gli si pu√≤ credere. Ma Facebook guarda al futuro, a una generazione che sta sempre pi√Ļ abbandonando la posta elettronica per come la conosciamo, per passare alla comunicazione istantanea. Una generazione “always on”, insomma. E pi√Ļ abbandoniamo l’email per passare ai messaggi istantanei e alle chat, pi√Ļ Facebook sar√† l’hub prediletto della comunicazione. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :