A rischio di depressione e morte i soccorritori di Fukushima


Un recente esame medico dei componenti del team di soccorso che hanno lavorato al salvataggio di Fukushima, rivela che le persone coinvolte sono a rischio di profonda depressione e addirittura di morte. Molti di loro, che già vivono in un ambiente a rischio, sono stati fatalmente sovraccaricati di lavoro.
Molti altri, ha detto uno dei medici che hanno eseguito l'esame, combattono quotidianamente con la responsabilità morale che si sentono addosso dal giorno del disastro, oltre al peso di aver perso amici e colleghi nel disastro. Considerata la gravità e l'importanza del lavoro che stanno facendo è di vitale importanza che la loro lucidità e la loro salute mentale siano mantenute al massimo livello possibile, proprio come il loro corpo viene protetto dalle radiazioni (speriamo che almeno quello sia sufficiente).

Perch√© ne parliamo oggi? Perch√© oggi √® l’Earth Day, il giorno dedicato al nostro pianeta verso il quale dovremmo avere abbastanza rispetto da non fargli correre rischi come quello di Chernobyl e Fukushima. Non dovremmo farlo correre alla Terra e neanche ai suoi abitanti. Fate un gesto per la Terra e per voi stessi oggi: comprate una lampada a pannelli solari e sostituitene una vecchia che avete in casa, per esempio. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :