Flussi di disoccupati giapponesi affollano l’area di Fukushima


Il Giappone sta vivendo una forte crisi economica che esisteva già prima del disastro naturale di qualche mese fa, ma che tsunami e terremoto hanno aggravato. Stando a quanto riporta il New York Times, i lavoratori giapponesi sono talmente disperati per via della disoccupazione che stanno confluendo in massa nella zona di Fukushima per trovare impiego nella pulizia della zona della centrale nucleare.
Disoccupati da tutto il Giappone affluiscono a Fukushima per prendere parte alla ricostruzione e alla pulizia anche in cambio di paghe miserabili e del rischio di venire contaminati dalle radiazioni. Altri, arrivano dalle zone colpite dallo tsunami perché nel disastro hanno perso tutto e non sanno da dove ricominciare e dove andare.
Le condizioni di lavoro sono tremende: 12 ore di lavoro al giorno, esposizione alle radiazioni senza protezione, dormitori di 500 persone allestiti nelle palestre delle scuole. Nonostante questo, la gente continua ad arrivare perché il lavoro è sicuro, si sta in compagnia e si riceve cibo gratis.
Il disastro, insomma, continua ad averei suoi effetti devastanti e le radiazioni ne avranno ancora di pi√Ļ finch√© la gente si sentir√† costretta a lavorare in quelle zone. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :