L’autunno caldo del 4G: tocca a 3 Italia, in provincia di Frosinone

L’autunno caldo del 4G, la rete mobile di quarta generazione, 3 Italia conquista un paese della provincia di Frosinone, Acuto, dove sperimenter√† per la prima volta la sue connessione LTE senza fili e a banda larga. A dicembre estender√† poi il servizio a Milano e Roma.

Tim ha gi√† lanciato la sua offerta, che dovrebbe partire nei prossimi giorni su Milano, Roma, Napoli e Torino. Vodafone ha anticipato tutti e dopo aver sperimentato a Ivrea e a Brusson (in Val d’Aosta) √® partita con l’offerta su Roma e Milano e la promessa di connettere altre 20 citt√† entro marzo 2013.

3 Italia ha scelto Acuto per la sua condizione sfavorita nel digital divide nostrano. La rete Lte (Long Term Evolution)¬† in fase di sperimentazione si estender√† poi alle principali citt√† italiane, senza trascurare tuttavia una quarantina dei 2500 Comuni caratterizzati dall’assenza di collegamenti a Internet veloci.

3 Italiaha annunciato il piano di sviluppo del 4G attraverso l’amministratore delegato Vincenzo Novari e il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera.

Il gruppo di cui 3 fa parte √® controllato dai cinesi di Hutchison Whampoa. Entro il 2014 intende investire tra i 200 e i 300 milioni di euro, puntando soprattutto sullo sviluppo del settore dati, che √® quello in cui si registra la crescita pi√Ļ importante.

Intanto la Commissione europea ha aggiunto 120 MHz allo spettro radio dedicato per le tecnologie 4G, come la Lte, attorno alla banda 2 Ghz, attualmente utilizzata per l’UMTS, ossia per le reti 3G. Gli Stati membri sono caldamente invitati a rendere disponibile lo spettro 4G in fretta e comunque entro il 30 giugno 2014. Se tutto procede secondo i piani, in Europa nei prossimi due anni la banda larga senza fili sar√† il doppio di quella degli Stati Uniti e raggiunger√† circa 1000 MHz. Una ricchezza le cui ricadute nei diversi settori economici sono pi√Ļ che rosee.

 

Tags :