Un viaggio nel mondo dei vampiri: Dracula in mostra alla Triennale

Vampiri: Bram Stokers | Dracula

Vampiri: Bram Stokers | Dracula

√ą un vero e proprio viaggio nel mondo dei vampiri, dai Dracula del cinema alla ricostruzione della figura storica, passando per il centenario della morte di Bram Stoker che nel 1897 pubblic√≤ il romanzo con il quale ha consacrato la figura del principe della notte, immortale e destinato ad avere una lunga e fascinosa progenie.

Alla Triennale di Milano aprir√† venerd√¨ 23 novembre una mostra dedicata alle storie e alle leggende pi√Ļ articolate e suggestive, dal titolo ‚ÄúDracula e il mito dei vampiri‚ÄĚ, ideata, prodotta e organizzata da Alef-cultural project management in partnership con la Triennale e in collaborazione con il Kunsthistorisches Museum di Vienna.
La mostra contiene un centinaio di opere tra dipinti, incisioni, disegni, documenti, oggetti storici, costumi di scena e video.

La figura del vampiro, a partire dal medioevo, √® passata nella cultura illuministica e romantica, per arrivare al suo culmine oggi, con la saga di Twilight e una sorta di ‚Äúseducente vampiromania‚ÄĚ che ha contagiato tutto il mondo.

Il vampirismo √® affrontato in tre sezioni: ‚ÄúLa realt√† dietro il mito‚ÄĚ, con documenti storici e opere tra le quali il primo ritratto del conte Vlad, figura storicamente esistita nel XV secolo. ‚ÄúBram Stoker: Dracula‚ÄĚ propone una riflessione sul vampirismo nell’ambito letterario . ‚ÄúMorire di luce: il cinema e i vampiri‚ÄĚ racconta la storia dei vampiri sul grande schermo, dalle prime pellicole di inizio novecento a oggi, con manifesti originali e videoproiezioni.

L‚Äôallestimento suggestivo riunisce anche abiti di scena, una sezione dedicata al rapporto tra la Valentina di Guido Crepax e il vampiro, ricostruzioni scenografiche e proiezioni fino all‚Äôuscita, dove ‚Äď con un tocco di humour comunicativo particolarmente brillante – l’Avis, Associazione Volontari Italiani Sangue, √® partner della mostra e attende i visitatori per far conoscere le sue attivit√† e sensibilizzarli ai valori del dono e della solidariet√†.