In Svezia mancano i rifiuti per produrre energia

E’ un eco paradosso vero e proprio. In Svezia mancano i rifiuti per produrre energia mentre in tutto il mondo¬†scarseggiano le risorse naturali: petrolio, gas, metalli, terreni fertili, alberi, acqua.

In questo Paese scandinavo infatti la raccolta differenziata è così efficiente che i modernissimi termovalorizzatori non hanno abbastanza spazzatura da bruciare per produrre energia. Termovalorizzatori che, a regime, possono produrre calore pari al 20% del fabbisogno nazionale e una quantità di energia elettrica sufficiente per 250.000 abitazioni.

Quale soluzione quindi per i civilissimi e sostenibili svedesi? Importare immodizia dalla vicina Norvegia dando vita a un business proficuo per entrambi i Paesi.¬†E se i biondi svedesi scoprissero presto gli immensi giacimenti di spazzatura di cui il territorio e il sottosuolo della nostra bella Italia √® ricchissimo? Sarebbe una svolta. E noi Italiani non ci rendiamo conto di quali ricchezze abbiamo sotto i piedi. Come durante la seconda guerra mondiale, quando¬†le¬†nostre truppe, a corto di carburate per i propri mezzi di trasporto in Nord Africa, ignoravano¬†l’esistenza dei giacimenti di petrolio nel sottosuolo della sabbiosa Libia.

C’√® da sperare che il paradosso scandinavo si realizzi presto anche da noi. Immaginate che i cittadini di Napoli, Palermo, Roma si svaglino un mattino e con le mani sulle guance e le facce piene di stupore esclamino a gran voce: E’ sparita l’immondizia!!! E scoprire che gli Svedesi se la sono portata via. Ma √® davvero questa la soluzione al problema rifiuti? Aspettare la bacchetta magica? Non sarebbe pi√† pratico e pi√Ļ eco sostenibile¬†emulare i nordici nella raccolta differenziata? E al posto di produrre energia¬†bruciando rifiuti indifferenziati sfruttare invece¬†le fonti rinnovabili? Io credo proprio di si.

[autore: Davide Mercati – greenmind.comunicablog.it]

Tags :