Gli ingegneri Toyota hanno scoperto come creare batterie al magnesio

Si può tranquillamente affermare che la stragrande maggioranza delle batterie ricaricabili presenti nei nostri cellulari, computer portatili, tablet, smartphone e auto è della tipologia agli ioni di litio. Questa situazione va avanti da molto tempo, nonostante il fatto che questo tipo di batterie risulti pericolo in quanto risulta esposto al potenziale rischio di esplosione.

Tuttavia sembra che gli ingegneri Toyota abbiano trovato un modo per¬†sostituire il Litio con il magnesio, rendendo le batterie pi√Ļ piccole e pi√Ļ potenti. La scoperta √® da attribuirsi a Rana Mohtadi, scienziato principale e ingegnere chimico della societ√†. Ad ogni modo la natura della scoperta √® stata piuttosto casuale.

La ricercatrice aveva infatti sentito una conversazione tra alcuni colleghi relative alle sfida di sviluppare un elettrolita “magnesio-friendly” e, per puro caso, Mohtadi stava lavorando ad un progetto relativo al materiale idrogeno di stoccaggio, idoneo allo sviluppo dell’elettrolita sopra elencato. A questo punto la scienziata ha richiesto la collaborazione dei colleghi, partnership che ha portato a risultati decisamente efficaci!

Ora, prima di entusiasmarvi troppo, tenete conto del fatto che gli ingegneri Toyota ritengono che, con tutta probabilit√†, dovranno passare almeno 20 anni prima che le batterie al magnesio diventino mainstream, ad ogni modo si tratta di un passo nella giusta direzione! L’azienda non √® la sola a spendere risorse nella ricerca e sviluppo di questa tipologia di batterie infatti, come abbiamo osservato in passato, molti scienziati e ingegneri hanno escogitato metodologie per rendere le loro creazioni pi√Ļ sicure, piccole ed efficienti.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA