Pokemon GO costituisce solo il 10% del prodotto finale

Il problema con le applicazioni è che tendono ad avere una diffusione "meteorica", ovvero non in grado di sostenere la popolarità del momento a lungo. Prendiamo come esempio l'esordio di Flappy Bird, famosissimo subito dopo il lancio e, oggigiorno, pressoché inutilizzato. Lo stesso è accaduto anche per Miitomo di Nintendo.

Quindi la domanda è: quanto durerà Pokemon GO? Ebbene, la buona notizia per i fan preoccupati della longevità del software è che il team Niantic ha un piano. Infatti, durante il panel del gioco tenutosi presso il Comic-Con di San Diego, gli sviluppatori hanno rivelato che il gioco costituisce solo il 10% del prodotto finale. Questo significa che i gamer si stanno cimentando solo con una piccola parte di ciò previsto nel quadro generale.

Questa √® senza dubbio una buona notizia, in quanto gli aggiornamenti e le nuove funzionalit√† sono la linfa che mantiene in vita un gioco. Niantic ha reso noto che la societ√† ha intenzione di introdurre pi√Ļ pokemon (di una generazione successiva), rilasciare i pokemon leggendari quando tutti avranno accesso all’app e aggiungere nuove funzionalit√† alle palestre. L’idea √® quella di spingere sempre pi√Ļ utenti ad uscire di casa per incontrare gli altri user, trasformando il gioco in un’esperienza sociale. Le premesse sembrano ottime, speriamo Niantic riesca nel suo obiettivo.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA